Il Logopedista è l’operatore sanitario che svolge la sua attività nella prevenzione e nel trattamento riabilitativo delle patologie del linguaggio, della deglutizione e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica. In particolare, svolge la sua opera nell’educazione e rieducazione di tutte le patologie che provocano disturbi della voce, della parola, del linguaggio orale e scritto, delle difficoltà comunicative e delle funzioni deglutitorie.

L’offerta riabilitativa logopedica si rivolge principalmente alle seguenti patologie in età adulta e geriatrica:

  • Disturbi della voce (disfonia)
    Cause più comuni: cattivo uso vocale, noduli, polipi, etc..
  • Disturbi della comunicazione (afasia)
    Cause più comuni: ictus ischemico o emorragico, tumori cerebrali, traumi cranici, etc…
  • Disturbi dell’articolazione (disartria)
    Cause più comuni: malattie ad eziologia cerebellare o pontina, atassie, Morbo di Parkinson, etc…
  • Disturbi della deglutizione (disfagia)
    Cause più comuni: ictus ischemico o emorragico, tumori del distretto testa-collo, Morbo di Parkinson, etc…
  • Disturbi della fluenza dell’eloquio (balbuzie, cluttering)
    Cause più comuni: emozionali-relazionali, neurofisiologiche, genetiche, etc…

Vengono offerti servizi di:

  • Valutazione logopedica
    Ha come obiettivo l’identificazione delle problematiche presenti (che siano esse di comunicazione, di voce o di deglutizione) e la loro quantificazione, per permettere la stesura di un programma riabilitativo ad hoc, e il confronto con una rivalutazione alla fine del ciclo di trattamento.
  • Riabilitazione logopedica
    Pianificata sulla base della situazione clinica e sui bisogni del paziente e dei familiari; a seguito della valutazione, si programmano gli esercizi da svolgere e gli accorgimenti da adottare per trattare efficamente il disturbo.
  • Screening logopedico della deglutizione
    Svolto presso Case di Cura, Centri Diurni, Ospedali etc. lo screening logopedico della deglutizione permette di individuare precocemente i potenziali disturbi della deglutizione nella popolazione più a rischio di disturbi, che possono portare a malnutrizione, perdita di peso, febbri ricorrenti, polmoniti etc.